Sugo di Spuntature e Salsicce

Allora. Qui iniziamo a parlare di cose serie, sopratutto quando a Milano fanno – 2 gradi. Quando ti va la polenta, ma lo Zola non te ne puoi mangiare 2 etti. Zola=Gorgonzola, si al Nord risparmiano anche sulle sillabe.

Questo è il sugo per la polenta per eccellenza in Casa Del Fiacco e la preparazione è un po’ lunga, e c’è un sacco di carne, e aspetti sempre un occasione con invitati… Mi pare che ci son troppe e!

Intanto prepariamolo, poi lo congeliamo e ti dirò come si può ottimizzare.

Ingredienti

  • 4 Spuntature (Costine per il resto dell’Italia)
  • 8 salsiccette (senno come fai a dividere facilmente le porzioni
  • un bicchiere di vino
  • mezzo litro di brodo (se lo avete fatto fresco, bene, se lo avete surgelato anche, senno supermercato tesoro)
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 4 coste di sedano
  • 1 bottiglia di passata (semplice) di pomodoro (io uso la Mutti)

Cominciamo

  1. Aprite il vino bianco. Si, vino bianco. E vi versate un bicchiere.
  2. Prendi le carote, taglia le estremità, e con un pela patate sbucciale. Tagliale a pezzettini.
  3. Prendi la cipolla, Taglia gli estremi e poi a metà per lungo. Leva la parte esterna secca.
  4. Ora l’ora del sedano. Taglia gli estremi e poi con un coltello sbarbalo. Non so se sia il termine tecnico giusto (probabilmente no) ma da entrambe le estremità infili nella parte esterna il coltello e tiri via i filamenti più grossi. e poi a pezzi grossolani.
  5. Nel frattempo in un pentolino metti dell’acqua, e bucherella le salsicce con una forchetta. Quando l’acqua bolle immergile e falle sbollentare 5/8 minuti.
  6. Il tutto ripulito e rilavato, finisce nel minipimer (quello per sminuzzare non per frullare). Potenza 5.
  7. Pentolone, olio e soffritto. A giusto questi tre ingredienti preparano il soffritto. Salare. Le salsicce sono pronte perché sono passati 7 minuti e mezzo.
  8. Adagi prima le spuntature a fuco alto e con una pinza le giri su ogni lato, salare con una presa di sale, poi metti anche le salsiccette, non salare. Un bicchiere di vino bianco a fuoco alto e poi brodo. Abbassiamo il fuoco e copriamo con un coperchio. e lasciamo li per 45 minuti un’ora.
  9. Finito il tempo, vedrai la carne di maiale ritirarsi dalle ossa, versiamo la passata.
  10. Assaggiamo il tutto e poi decidiamo se salare o meno. Alziamo il fuoco, e poi coperchio e altre due belle orette le lasciamo li.

Nel frattempo o ti sei fatto una doccia, o ti sei finito il vino. Spero la seconda.

Il sugo è pronto!

Ora, io stasera mi faccio la polenta, ma lo divido in porzioni con spuntature e salsicce, e anche solo sugo. Per rifare la polenta, o per risotti o pasta, di solito i bucatini. Buona cena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...