Pasta alla crema di Broccoli Siciliani?

Vivere da single a volte è complesso. Soprattutto in cucina.

Sembra non ci sia niente abbastanza piccolo per noi. Anche una patata (piccola) una carota (mini) e una costa di sedano è una quantità abnorme e spesso si butta tutto o si finisce per mangiare una schifezza, o non mangiare affatto.

Ma dopo 36 ore di digiuno, mi sono rifiutata di salare un altro pasto.
Al mercato ho preso una cipolla e un broccolo siciliano (anche se il contadino continuava a dirmi che era pugliese!!!) ed ecco qui la mia pasta.

Ingredienti per uno:

Broccoli Siciliani
Cipolla
Parmigiano reggiano 24 mesi
Olio d’oliva della Sabina
Pasta

Procedimento:

  1. prima di tutto mettere la musica a palla (ndr. Musica ad alto volume) io ho creato una playlist apposita su Spotify ma questa canzone si sposa benissimo con Just Don’t Want to be Lonley di Jhon Scotfield.
  2. Aprire una bottiglia di Vino. Oggi Primitivo. Alla fine ho dato retta al contadino.
  3. Prendere mezza cipolla bionda tagliata a metà per lungo. E con un coltello di ceramica tagliare listarelle molto fine.
  4. In una padella con l’olio d’oliva far cuocere le cipolle a fuoco basso. Dicono che i broccoli stanno meglio con l’aglio, ma io la cipolla la preferisco di gran lunga.
  5. Mettere in una pentola grande (si! Anche se si cucina per una la pasta deve essere libera!) con abbondante acqua salata (7 gr. Per ogni litro d’acqua) e portarla ad ebollizione.
  6. Bevete un sorso di vino!
  7. Pulire il broccolo senza buttare il torsolo. Pulitelo e tagliatelo a rondelle. E buttatele nell’acqua bollente per 10 minuti. Provate la cottura con una forchetta sul gambo.
  8. Con uno scolino metteteli nello scola pasta e passateli sotto l’acqua fredda per mantenere il verde vivace. Poi, subito in padella con le cipolle. Schiacciateli.
  9. Nell’acqua bollente che è ancora sul fuoco buttate la pasta. Ecco la quantità è veramente variabile. Potrei dirvi qb.
  10. Intanto grattate il parmigiano. Non siate pigri, non dalla parte che esce a listarelle fini, usate quello difficile che poi serve lo stuzzicadenti per pulirlo bene. E il parmiggiano deve essere grattugiato fresco.
  11. Un altro goccio di vino.
  12. Anche la cottura è un dilemma. Lascio a ognuno di voi la scelta, ma tiratela fuori due minuti prima della cottura perfetta per voi.
  13. Senza scolare la pasta versatela in padella per un minuto solamente.
  14. In una scodella adagiate la pasta e cospargete di abbondante parmigiano. E mantecate. Mantecate. Mantecate tanto con l’acqua di cottura della pasta.

Ecco il dilemma dei Single. E’ sempre troppa pasta!!! Beh domani la faccio al forno.

A domani allora…. Buona cena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...